© Copyright 2019 8mq.it - E' Vietato utilizzare le immagini e i testi senza il consenso scritto degli autori

Panning e Fotografia sportiva Panning e Fotografia sportiva

Alcuni utili consigli per migliorare le vostre foto sportive a soggetti in rapido movimento

– Fotografare un soggetto in avvicinamento frontale
a. usare alte velocità di scatto
b. impostare la messa a fuoco su inseguimento continuo
c. valutare il punto di messa a fuoco manuale più conveniente per il soggetto

– Soggetto in movimento laterale
Lo spostamento dei soggetti in movimento è tanto più evidente quanto più grandi appaiono nel fotogramma

– Per soggetto molto piccolo in proporzione al fotogramma,
se si vuole ottenere un effetto di movimento evidente considerare di prolungare abbastanza i tempi rispetto a una esposizione standard, questo comporta la chiusura (quantomeno) del diaframma o anche la riduzione della sensibilità iso; è importante fare dei test per valutare qual’è il risultato desiderato in confronto a quello ottenuto

– Per soggetti grandi o molto grandi in proporzione al fotogramma
bastano tempi relativamente brevi per cominciare ad ottenere una scia che dia dinamismo all’azione.

a. la velocità del soggetto influisce sull’esito dello scatto
b. scegliere velocità tanto più basse quanto più si vuole rendere “evanescente” o sfocato lo sfondo
c. impostare la messa a fuoco su inseguimento continuo
d. valutare il punto di messa a fuoco più conveniente per il soggetto

Panning
Panning: posizione dei piedi ipotizzando un inseguimento di un soggetto che si muove parallelamente verso destra

– Il panning
Ipotizzando un soggetto che si muova da sinistra verso destra,
assumere una postura leggermente divaricata col il piede sinistro appena più avanti e il piede destro leggermente arretrato in modo da non ostacolare la rotazione del bacino.
Quest’ultimo ruoterà in modo da seguire fluidamente e tenere incorniciato il soggetto nel mirino.

Cominciare a scattare con una raffica molto veloce da poco prima che il soggetto sia nella zona di maggior interesse (in verde) per lo scatto fin quando uscirà dalla stessa zona.

Esecuzione del Panning
Esecuzione del Panning
Mondiale In-shore F2 20140705 _66B8681
Panning – Mondiale In-shore

1/40″ |  f/16| iso: 50| 280 mm.| Canon Eos 1D Mk IV + Canon EF 70-200 + extender EF 1.4 x II

– Se invece desiderate congelarne il movimento, usate tempi molto veloci con lo svantaggio di avere lo sfondo troppo presente/invadente.
a. Usate la messa a fuoco continua.
b. Valutate l’opportunità di usare la messa a fuoco manuale preventiva su un punto in cui il soggetto passerà nel caso non ci siano tempi o spazi sufficienti (o binomio reflex/obiettivo poco performanti) per seguire il soggetto e metterlo a fuoco per tempo. Ed in fine se serve, utilizzare una postazione dove poter fotografare il soggetto che procede a velocità meno sostenute come ad esempio all’uscita di una curva o in un punto dove si rallenta bruscamente.

– L’obiettivo stabilizzato ed il panning

Se devi effettuare un panning ed il tuo obiettivo è dotato di stabilizzatore, il consiglio è di disattivarlo oppure nel caso di più opzioni tra cui scegliere, lasciare attiva solo la stabilizzazione verticale. In questo modo infatti, lo stabilizzatore non interferirà con il tuo panning cercando di “ostacolare” il movimento che stai effettuando.

In quest’ultima foto invece, ho semplicemente aspettato che passasse il soggetto per restituirmi un abbondante effetto scia lasciando immobile lo sfondo con i seguenti dati exif:

1/30″ | f/22 | iso320|@148mm.| hand held camera

ArticoloArticolo di Damiano Malorzo tratto dal sito mamuphoto.it mamuphoto.it   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!